dom. Gen 23rd, 2022

Pallavolo San Giustino: intervista con Muscarà

3 min read

CARMELO MUSCARA’, CENTRALE DELLA ERMGROUP SAN GIUSTINO: “DOBBIAMO ULTERIORMENTE MIGLIORARE SU ALCUNI ASPETTI, MA DOMENICA SCORSA C’ERAVAMO E ABBIAMO COLTO UNA VITTORIA BELLA E IMPORTANTE”. INTANTO, LA PARTITA DI GROSSETO E’ STATA RINVIATA

 

 

La stretta attualità prima di lasciare spazio al commento della settimana. È stata rinviata la partita della decima giornata di campionato, che la ErmGroup San Giustino avrebbe dovuto disputare a Grosseto contro l’Invicta alle ore 17 di domenica prossima, 19 dicembre. Motivo: un atleta della squadra maremmana è stato convocato in nazionale Under 18 e quindi, su esplicita richiesta da parte della Federazione Italiana Pallavolo, si è reso necessario rinviare il match. Non è stata ancora stabilita la data del recupero, ma la partita dovrà essere giocata entro il 31 gennaio. La squadra biancazzurra continuerà regolarmente con il programma degli allenamenti.

Coach Marco Bartolini lo ha inserito alla fine del terzo set, poi lo ha confermato nel quarto. E lui ha risposto “presente”, firmando peraltro l’ultimo punto in primo tempo. La ErmGroup San Giustino prosegue la sua marcia in vetta alla classifica del girone F di Serie B maschile, anche se per un solo set in meno vinto al primo posto c’è la Sir Safety Monini Perugia, ma il recupero di un atleta del calibro di Carmelo Muscaràdiventa fondamentale in questa fase della stagione. Il quasi 34enne centrale messinese, avversario qualche mese fa con la maglia della Leo Shoes Casarano nella finale per la promozione in A3, vanta un curriculum di tutto rispetto: ha giocato in A2, ha vinto l’allora B1 con il Chiusi e poi la Coppa Italia con il Siena, prima di approdare nel già ricordato Casarano, dove è rimasto un paio di stagioni e ha conquistato un’altra promozione. Adesso, cerca un nuovo alloro a San Giustino. A Carmelo Muscarà, che era rimasto fermo a causa di fastidi al ginocchio destro, il compito di commentare la vittoria per 3-1 sulla Rossi Ascensori Foligno e di formulare le sue previsioni sul campionato. Quanto “pesano” i tre punti conquistati domenica scorsa? “E’ stata una vittoria importante per la classifica e per il nostro futuro: sapevamo che la Rossi Ascensori Foligno sarebbe stata un’avversaria difficile, come puntualmente si è rivelata – dice Muscarà – e che quindi il compito che ci attendeva era di quelli assai delicati. Abbiamo giocato bene, nonostante in battuta siano stati commessi troppi errori”. Oltre al gioco, la risposta nel quarto set ha dimostrato che la ErmGroup ha anche gran carattere? “Senza dubbio sì. Dopo aver perso il terzo set, il rischio di un contraccolpo avrebbe potuto incombere; invece, non ci siamo scomposti né buttati giù. Siamo rientrati in campo con la giusta concentrazione, che ci ha permesso di prendere un buon vantaggio nella parte iniziale e di condurlo poi fino in fondo”. Le tue attuali condizioni fisiche? “Due settimane di stop e ora finalmente il ritorno in campo. Qualche dolorino al ginocchio ancora lo avverto, ma stringo i denti: il dato rassicurante è che al centro siamo in quattro a giocarci il posto e per l’allenatore non è facile decidere, ma va benissimo così”. All’indomani del ko casalingo contro il Civita Castellana, sono arrivate cinque vittorie di fila; è il segnale che la squadra ha ingranato la marcia giusta e che quindi può dire la sua nella lotta per i due posti che contano? Ancora è presto per dirlo: ci sono davanti due partite della fase di andata e tutto il ritorno. Dobbiamo migliorare in alcuni aspetti, però la crescita c’è stata: non perdiamo più il set iniziale, come accadeva anche quando poi vincevamo e la questione di fondo è mentale più che tecnica: dobbiamo compiere un altro passo avanti a livello di… testa, ma domenica scorsa ci siamo stati anche sotto questo profilo”. È arrivata la comunicazione del rinvio della partita di Grosseto, che potrebbe tenere lontana la ErmGroup dai campi di gioco per quasi un mese. Come dire che questa non ci voleva? “Sì, perché stavamo trovando il passo giusto, mentre il Grosseto avverte l’assenza del suo opposto a causa dell’infortunio. Gli sta mancando quel necessario apporto ed è probabile, a questo punto, che l’opposto dell’Invicta ci sarà nuovamente quando recupereremo questo match”. Come ti sei ambientato a San Giustino? “Bene. È una bella zona e questo è pure il posto ideale per chi vuol giocare a pallavolo”.

 

Ufficio stampa

Pallavolo San Giustino  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *