dom. Gen 23rd, 2022

Pallavolo San Giustino: intervista con Alessio Sitti!

3 min read

 

ALESSIO SITTI: “ALLA FINE DELLA FASE DI ANDATA AVREMO UN QUADRO DELINEATO DELLA SITUAZIONE PER CAPIRE CHI POTRA’ STARE AI VERTICI DEL GIRONE”

Terza stagione consecutiva per lui nelle vesti di regista della ErmGroup San Giustino. Alessio Sitti è divenuto uno dei cardini della formazione biancazzurra in un ruolo alquanto delicato e si sta dimostrando un’autenticagaranzia per i compagni di squadra. E’ dunque il palleggiatore a commentare il primo successo casalingo, maturato al termine di una prestazione non eccelsa ma coronata dal raggiungimento del risultato (3-0) e anche della vetta della classifica nel girone F di Serie B. “Vincere era assolutamente importante per noi – esordisce Sitti – tanto per il campionatoquanto per i nostri tifosi, che al palasport avevano finora assistito solo a sconfitte. Siamo saliti in cima al gruppo – è vero – seppure in coabitazione con Sir Safety Monini Perugia e Prato; un’indicazione chiara, che tuttavia dovrà avere conferma perché credo che un quadro più veritiero della situazione emergerà alla fine della fase di andata”. Come sta funzionando l’intesa con i nuovi attaccanti della ErmGroup? “Bene, nel senso che con Skuodis ho instaurato un buon equilibrio con la palla e lo stesso dicasi anche per Cipriani e per Muscarà. Poi, lavoriamo sempre per migliorare. Primo posto in classifica, nonostante Agostini abbia dovuto fare i conti con un infortunio, Muscarà sia alle prese anche lui con il ginocchio e Cipriani abbia dato forfait proprio a pochi secondi dall’inizio dell’ultima partita. Un risvolto incoraggiante? Quest’anno abbiamo un roster più ampio rispetto al passato e l’allenatore si trova nella difficoltà – ovviamente gradita – di scegliere di volta in volta chi mandare in campo. Gli attaccanti sono sempre pronti ad adattarsi nei ruoli in un momento che sotto questo profilo si sta rivelando un tantino difficile: Skuodis ha giocato da opposto con esiti positivi, lo stesso Cipriani è passato dal posto 4 dello scorso anno a Città di Castello al posto 2 qui a San Giustino, mentre al centro abbiamo ben quattro pedine all’altezza della categoria: non mi sembra poco”. Da adesso fino al termine della prima parte di campionato quanto conterà riuscire a rimanere in testa? “Sarà fondamentale e al tempo stesso difficile: sabato prossimo andiamo a Foligno per affrontare una Italchimici che può tirare lo sgambetto a chiunque, poi verrà l’altra folignate, la Rossi Ascensori, compagine costruita per vincere, la cui classifica però non rispecchia assolutamente la consistenza del suo organico. Ci sarà poi l’ostica trasferta di Grosseto e chiuderemo l’andata con il Pontedera, che guidava il plotone fino alla settimana precedente. Quale peso sono destinate a rivestire, con il tempo, le imprese di Castelfranco di Sotto e Prato? “Diciamo che il peso lo hanno acquisito fin da subito, considerando sia il tasso tecnico del Castelfranco che lo stato di forma del Prato, capace di battere avversarie più blasonate”. E la Sir Safety Monini rimarrà in bazzica fino all’ultimo? “La Sir è sempre la… Sir: ha giocatori di esperienza come Costanzi e Bucciarelli, assieme a giovani di indubbia qualità – vedi Guerrini e Iovieno – che sono ben impostanti sul piano tecnico e che sopperiscono alle pecche con il gran carattere. Penso proprio che con la Sir sarà battaglia fino in fondo”.

   

Ufficio stampa

Pallavolo San Giustino  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *